Training autogeno

Una tecnica di rilassamento efficace che favorisce una miglior gestione della vita quotidiana e di patologie a base psicosomatica.

"La salute è una condizione che va continuamente mantenuta e recuperata, con attenzioni che riguardano tutta la persona. Il Training autogeno rappresenta un valido strumento di provata efficacia che ogni soggetto può utilizzare autonomamente come mezzo di prevenzione e di protezione dell'equilibrio psicologico e somatico" *

La tecnica di rilassamento del Training Autogeno (TA), ideata nel 1932 dal medico tedesco Johannes Heinrich Schultz, è un metodo di autodistensione da concentrazione psichica passiva che, attraverso l’apprendimento di sei esercizi che agiscono a livello corporeo (pesantezza, calore, cuore, respiro, plesso solare e fronte fresca) consente di recuperare, in tempi relativamente brevi, la naturale capacità di rilassarsi, che spesso oggi viene persa a causa dei ritmi stressanti e veloci della vita moderna.

Il Training Autogeno trova applicazione in molti ambiti.

Nei soggetti sani è utile per lo smorzamento della risonanza emotiva, il mantenimento della calma di fronte a situazioni stressanti (ad esempio: verifiche e interrogazioni scolastiche, esami universitari, riunioni lavorative, gare sportive), il recupero delle energie psicofisiche, il miglioramento della capacità di concentrazione e il potenziamento delle capacità mnemoniche.

La tecnica è molto utile anche nell’aiuto di persone affette da patologie con base psicosomatica (come ad esempio dispepsia, colon irritabile, tachicardia sinusale, ipertensione, cefalea muscolo-tensiva, emicrania, bruxismo, dolori alla schiena, fibromialgia, sudorazione eccessiva, insonnia, alcune forme di asma), senza sostituirsi a terapie mediche e/o psicoterapie eventualmente già in corso, ma integrandosi con esse.

Trova applicazione anche in pazienti che hanno avuto patologie cardiache importanti, come l’infarto miocardico, o patologie oncologiche. Si potrebbe dire che non esiste malattia la cui gestione non possa comunque essere migliorata con il Training Autogeno.

Uno dei grandi vantaggi del Training Autogeno è che, una volta appreso, può essere applicato direttamente dal paziente senza l’aiuto del medico e senza necessità di utilizzare dispositivi medici o particolari apparecchiature.

*Cit. Roberto Baruzzo "Equilibrio Personale e Training Autogeno - Psicoterapia autogena e neuroscienze - Seconda edizione“, Libreriauniversitaria. it edizioni gennaio 2023

I trattamenti sono eseguiti dal Dott. Marco Moneda che si occupa delle applicazioni del training autogeno nel settore clinico della medicina.
Un colloquio preliminare di tipo anamnestico è essenziale per stabilire se sono presenti nella persona condizioni psico-fisiche che possano eventualmente controindicare la tecnica o alcuni singoli esercizi.

Richiedi maggiori informazioni
Acconsento al trattamento dei dati personali Privacy Policy
Desidero ricevere la newsletter