Igiene Orale Professionale

La prevenzione da non dimenticare

L'Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene nelle sue statistiche che un corretto programma di prevenzione porta ad una riduzione dei costi odontoiatrici dell'80% nel corso della vita. La segreteria del nostro studio dentistico effettua richiami periodici per i controlli e le sedute di igiene orale professionale. La seduta di igiene orale professionale viene fissata a seconda delle necessità individuali del paziente ogni 2/3/6/12 mesi.

Screening per la prevenzione del cancro orale con gli occhiali goccles:

Gli occhiali goccles sono un dispositivo ottico innovativo, per la valutazione diretta delle lesioni precancerose del cavo orale. Sono occhiali dotati di speciali filtri ottici che consentono di identificare le lesioni tumorali al loro insorgere. Negli studi dentistici di Brescia e Desenzano d/G siamo dotati di questo utilissimo strumento, consapevoli del fatto che in questo tipo di tumore la diagnosi precoce è fondamentale (le statistiche indicano la guarigione nel 95% dei casi).

Lo screening del cavo orale viene eseguito  presso i nostri studi dalle igieniste del nostro staff. Il dispositivo permette  di eseguire rapidamente un esame non invasivo  e del tutto indolore  della cavità orale garantendo il massimo confort per il paziente.

Glossario di riferimento:

Patologia dell'apparato di sostegno dei denti che coinvolge gengive e osso alveolare fino a condurre a mobilità dentale e, come effetto finale, alla perdita dell'elemento stesso.

 

La parodontite è una forma di danno parodontale di natura infiammatoria che colpisce gli adulti e che è caratterizzato dalla distruzione dell'osso alveolare che sostiene i denti.

 

Affezione infiammatoria acuta o cronica del tessuto parodontale, o parodonto, circostante l'apice radicolare.

 

 

Insieme dei tessuti che circondano e sostengono i denti; composto da gengiva, osso alveolare, legamento alveolo dentale, cemento radicolare.

 

Termine che deriva dal greco e significa studio di tutto ciò che sta intorno al dente e che gli dà sostegno

Patologia dell'apparato di sostegno dei denti che coinvolge gengive e osso alveolare fino a condurre a mobilità dentale e, come effetto finale, alla perdita dell'elemento stesso.

 

Stadio acuto, suppurativo, della malattia infiammatoria che colpisce i tessuti parodontali. E' detta anche piorrea alveolare per sottolineare la fuoriuscita di pus dall'alveolo.

 

Movimento di allontanamento del margine gengivale dalla superficie del dente; può essere indicativo di una sottostante infiammazione o della formazione di tasche. Può dipendere anche da cause meccaniche, chimiche o chirurgiche.

 

Rimozione completa dei depositi calcificati adesi ai denti che viene effettuata con punte metalliche montate su apparecchi che producono vibrazioni ad altissima frequenza, insieme a spray d'acqua. La tecnica professionale di rimozione del tartaro mira, appunto, al distacco del tartaro dai denti, una sostanza che impedisce le corrette manovre d'igiene orale, favorisce l'accumulo di placca batterica sui denti e interferisce direttamente con la normale biologia gengivale. L'ablazione del tartaro può essere effettuata direttamente dal dentista o da igienisti dentali. Nel corso della seduta di rimozione del tartaro vengono controllate le condizioni gengivali e, nel caso di accumulo eccessivo di tartaro viene educato il paziente ad effettuare corrette manovre di igiene orale domiciliare.

Particolare spazzolino utilizzato per l'igiene degli spazi interdentali.

 

Operazione di asportazione del tartaro sopra e sottogengivale che può essere effettuata con strumenti a mano o con apparecchi rotanti o vibranti ad ultrasuoni.

E' la rimozione dei depositi di placca batterica, di tartaro, di residui di cibo che si sono accumulati nelle tasche parodontali causate dalla parodontite. Insieme alla levigatura radicolare è un trattamento spesso efficace nel permettere la completa guarigione negli stadi precoci della parodontite e può ridurre l'estensione dell'intervento chirurgico negli stadi più avanzati.

Si definisce scaling sopragengivale la rimozione di placca batterica e tartaro eseguito a livello della linea gengivale e scaling sottogengivale quello eseguito sotto la linea gengivale.

 

Tessuto dentale formato da un minerale estremamente duro e lucente, composto per il 98% da idrossiapatite calcica; riveste la parte esterna del dente proteggendolo dall'usura meccanica e chimica e dagli stimoli termici.
Lo smalto è la sostanza più dura del corpo umano, ciononostante i batteri della placca possono attaccarlo e disgregarlo (demineralizzazione, perdita di calcio e minerali) tramite le sostanze estremamente acide che vengono eliminate  dopo aver utilizzato gli zuccheri contenuti nella placca.
Lo smalto dei denti appena erotti dei bambini e dei ragazzi è meno forte e, pertanto, più suscettibile all'attacco acido provocato dalla placca batterica.
I molari appena erotti, ricchi di rugosità sulla superficie occlusale, si possono proteggere dalla carie sigillandoli con speciali resine.

Richiedi un appuntamento
Acconsento al trattamento dei dati personali Privacy Policy
Desidero ricevere la newsletter